Museo Jacquemart-Andrée

Visitare il Museo Jacquemart-André

Storia del Museo Jacqemart-André

1869, Parigi sta cambiando fisionomia, molti quartieri vengono annessi alla città, e qualcosa di spettacolare sta nascendo al 158 del Boulevard Haussmann.

Il grande ereditiere Edouard André ha comprato un ampio terreno e affidato il progetto di realizzazione della sua villa all’architetto Henri Parent. Sette anni più tardi eccola: ispirata ai modelli classici, perfettamente simmetrica, un gioiello di gusto.

Questa casa sarà la testimone di tanti viaggi e avventure in nome dell’amore dell’arte.

Edouard è nato in una ricca famiglia protestante del Sud Est della Francia, la sua carriera militare e politica non riescono mai a distrarlo dalla sua vera passione: l’arte.
Quando comincia il progetto della sua casa capisce che è solo alle sue collezioni che vuole dedicarsi e così nel frattempo nel 1872 compra anche la Gazzetta delle Belle Arti.
Nello stesso anno decide di farsi fare un ritratto, contatta una famosa ritrattista dell’epoca: Nélie Jacquemart.


Nélie è nata in una famiglia modesta, i suoi genitori lavoravano per Madame Vatry, la quale considerava Nélie come una figlia. Grazie a lei Nélie riceve un’ottima educazione, studia alla scuola di Belle Arti nell’atelier di Léon Cogniet, si specializza nella ritrattistica, espone al Salone del Louvre (esposizione di pittura e scultura), e si fa un nome nell’ambiente artistico e borghese parigino. E’ anche per questo che Edouard André la contatta per il suo ritratto.

Ed eccoci: ammettiamolo, saremmo portati ad immaginare il seguito come una trama tutta confetti, ma la vita non è una commedia romantica.

I due si sposano nove anni più tardi, tutto funziona perfettamente ma tra loro non c’è traccia d’amore.
E’ un matrimonio calcolato, un contratto con separazione dei beni tra un uomo maturo e già malato e una pittrice che entra definitivamente a far parte della ricca borghesia parigina.

Nélie smette di dipingere per dedicarsi interamente alla passione per le collezioni viaggiando con il marito in tutta Europa, specie in Italia, e all’organizzazione di eventi leggendari nel Grand Salon della loro casa-esposizione permanente, casa Jacquemart-André.

Ogni sala, ogni stanza, ogni spazio è arredato con pezzi unici che la coppia ha comprato in giro per il mondo, solo per citarne alcuni la sala delle pitture ospita tra le altre un’opera di Canaletto, il meraviglioso giardino d’inverno la parete di Giambattista Tiepolo, la biblioteca espone opere di Rembrandt e Van Dyck, il Perugino ha trovato spazio nella sala fiorentina. 

Ogni stanza del Museo Jacquemart-André è capace di sorprendere il visitatore, aprire cassetti della sua memoria e lasciarlo ammirato a bocca aperta.

Quando Edouard muore nel 1894 all’età di 60 anni, lascia nel suo testamento tutti i suoi beni a Nélie, che continua i suoi viaggi spaziando sino all’estremo Oriente e poi nel 1902 compra l’Abbazia di Chaalis, che arreda con le sue collezioni. 

Quando muore anche lei nel 1912, lascia tutti i suoi beni mobili e immobili all’Istituto di Francia, perché apra al pubblico la sua casa di Parigi e l’Abbazia.

E’ così che nel 1913 Casa Jacquemart-André diventa un Museo, esponendo una delle più grandi collezioni del diciannovesimo secolo.

Il Museo Jacquemart- André, prima le signore.

Museo Jacquemart-André: quali sono le possibilità di visita?

Il Museo propone delle audioguide gratuite per il museo e al costo di 3 euro per le esposizioni temporanee, c’è inoltre la possibilità di scaricare l’applicazione audioguida per smartphone direttamente dall’Apple Store o da Google Play.

Orari di apertura del Museo Jacquemart-André

I Museo è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Nei periodi di esposizioni temporanee notturne il lunedì sino alle 20.30.  L’ultimo ingresso è previsto 30 minuti prima della chiusura.

Lunedì

10.00 – 18.00/20.30

Martedì

10.00 – 18.00

Mercoledi

10.00 – 18.00

Giovedì

10.00 – 18.00

Venerdì

10.00 – 18.00

Sabato

10.00 – 18.00

Domenica

10.00 – 18.00

Ultimo Ingresso

17.30

Tariffe

Tariffa piena: 13,50 euro

Tariffa ridotta: 10,50 euro

Tariffa Famiglia: ingresso gratuito per il secondo figlio di età tra i 7 e i 17 anni (due adulti e un figlio paganti)

Su presentazione di un giustificativo, la tariffa ridotta si applica ai i visitatori di 7-17 anni inclusi, studenti, disoccupati.

Ingresso Gratuito: bambini di meno di 7 anni, giornalisti, membri dell’Istituto di Francia e detentori della carta ICOM e della carta d’invalidità.

Su presentazione di un giustificativo, il biglietto è gratuito per i visitatori di meno di 18 anni, per i visitatori di 18-25 anni provenienti da uno dei Paesi dell’Unione Europea, o residenti nell’Unione da più di 3 mesi.

 

Informazioni Utili

Sito ufficialehttp://www.musee-jacquemart-andre.com/fr/home – tel.:  01 45 62 11 59

e-mail[email protected]

Indirizzo: 158 boulevard Haussmann 75008 Paris

Fermata METRO:  Saint-Augustin, Miromesnil o Saint-Philippe du Roule Linee 9 e 13

Bus: n°  22, 43, 52, 54, 28, 80, 83, 84, 93 Fermata Haussmann Courcelles, Ruysdael-Parc Monceau

Stazione Vélib’– Rue de Berri

Info accessibilità: accessibile a persone in sedia a rotelle, è consigliato un accompagnatore

ATTENZIONE: Vigipirate, l’introduzione di passeggini, bagagli e sacchi di grandi dimensioni, è proibita nel Museo.

 

Info sull'autore dell' articolo Simone Prosperi

Una passione fortissima per la pallacanestro, un campo perfetto dove poter esprimere tutto se stesso… e poter correre per la vittoria.
Dissero di lui: “Simone! Un ragazzo caparbio, un bel mancino!”
Ha capito tante cose da quel giorno e ha continuato il suo cammino come se l’essere mancino fosse una vera qualità, quella marcia in più per riuscire, per scoprire il mondo.

Lascia un Commento

La tua mail non verra’ resa pubblica. Tutti i campi sono richiesti.