La tragedia di Felix Reichelt : l’uomo uccello

Felix Reichelt, il 4 febbraio del 1912, fu il protagonista di una delle tragedie legate alla Torre Eiffel.

La storia che vi racconto, in fondo, è la storia di un sogno che tutti vorrebbero realizzare: volare.

Alle 8.00 di una grigia giornata tipicamente Parigina , dopo alcuni secondi di esitazione, Felix Baumgartner si lanciò dal primo piano della torre a 57 metri di altezza, per testare la sua invenzione: la prima tuta che avrebbe permesso all’uomo di librarsi nell’aria e volare. La fortuna non fu dalla sua parte e il paracadute su cui tanto tempo aveva lavorato purtroppo non si aprì. Erano i primi anni delle macchine da ripresa, e la voglia di essere filmato e di poter passare alla storia come il primo uomo volante era forte, purtroppo il suo destino fu un altro. Ma questo articolo non è solo per parlare di questo triste evento, ma per riabilitare la figura di quest’uomo che, indubbiamente, all’epoca fu considerato un pazzo.

In realtà l’idea non era sbagliata solo i mezzi…la tuta alare oggi è una realtà!!!

Info sull'autore dell' articolo Simone Prosperi

Una passione fortissima per la pallacanestro, un campo perfetto dove poter esprimere tutto se stesso… e poter correre per la vittoria.
Dissero di lui: “Simone! Un ragazzo caparbio, un bel mancino!”
Ha capito tante cose da quel giorno e ha continuato il suo cammino come se l’essere mancino fosse una vera qualità, quella marcia in più per riuscire, per scoprire il mondo.