Museo Rodin

Il Museo Rodin nasce per onorare un grande scultore francese: François Auguste Rodin. Scultore poliedrico: bronzo, marmo, terracotta, vetro o plastica per Rodin non potevano e non dovevano essere un limite. Formatosi all’Ecole Speciale de Dessin et Mathematiques, durante la sua carriera realizzò grandi sculture del calibro del Pensatore, i borghesi di Calais, Balzac e portò avanti parallelamente quella che si rivelerà la più grande opera scultorea incompiuta di Rodin: la “Porta dell’Inferno”, commissionata per il nuovo museo della arti decorative. Rodin lavorò alla realizzazione della porta per più di dieci anni ma fu costretto ad abbandonare il progetto quando l’apertura del museo venne annullata definitivamente.

Oggi il museo Rodin espone quasi la totalità delle opere dello scultore in due grandi spazi dell’hotel Bironin, un incantevole palazzo in stile rococò nel quale vissero oltre a Rodin altri grandi artisti del calibro di: Monet, Van Gogh, Renoir. Le sculture sono disposte nella splendida cornice offerta dai giardini dell’hotel e nelle stanze dell’appartamento in cui visse gli ultimi giorni di vita lo stesso Rodin.

La visita riserva emozioni forti, poichè vi accompagnerà la consapevolezza che quei luoghi furono fonte di ispirazione e creatività  di alcuni tra i più grandi scultori e pittori della storia dell’arte.

Il periodo migliore per visitare il museo Rodin è sicuramente tra la primavera e l’estate, momento in cui potrete approfittare al meglio del giardino e degustare una bibita fresca nel café situato al suo interno.

Link al sito ufficiale http://www.musee-rodin.fr/

Info sull'autore dell' articolo Simone Prosperi

Una passione fortissima per la pallacanestro, un campo perfetto dove poter esprimere tutto se stesso… e poter correre per la vittoria.
Dissero di lui: “Simone! Un ragazzo caparbio, un bel mancino!”
Ha capito tante cose da quel giorno e ha continuato il suo cammino come se l’essere mancino fosse una vera qualità, quella marcia in più per riuscire, per scoprire il mondo.