Libreria Shakespeare and Co.

La libreria Shakespeare and Co. è il nome di due librerie indipendenti di Parigi.

La prima è stata aperta da Sylvia Beach nel 1919 e durante quegli anni era il punto di ritrovo per scrittori come come Ezra Pound , Ernest Hemingway , James Joyce e Ford Madox Ford. Chiusa nel 1940 durante l’ occupazione tedesca di Parigi, non ha mai riaperto.

La seconda fu aperta nel 1951 da George Whitman , ed era originariamente chiamata Le Mistral, ma fu in seguito ribattezzata, nel 1964, con il  nome di libreria Shakespeare and Co. in omaggio alla libreria di Sylvia Beach.

Oggi, dopo la morte del padre George Whitman, questo luogo che funge sia da libreria sia da biblioteca di lettura, specializzata soprattutto in letteratura inglese, è gestito dalla figlia che ha anche avviato un festival letterario , Festival and Company , che ha ospitato scrittori come Paul Auster , Siri Hustvedt , Jeanette Winterson , Jung Chang e Marjane Satrapi.

Oltre alle regolari attività  di un bookshop, interessanti sono le letture di poesie e gli incontri con gli scrittori che si svolgono ogni domenica all’ora del té.

La libreria è dotata, inoltre, di locali per il riposo, con 13 posti letto, e ben 40.000 persone hanno dormito in negozio nel corso degli anni.

Il negozio è stato, inoltre, descritto da due grandi registi: Richard Linklater nella pellicola Prima del tramonto e da Woody Allen nel film Mezzanotte a Parigi.

Consiglio a tutti di conoscere le vite di Sylvia Beach e George Whitman prima di recarvi in questo luogo: capirete che sfogliando quei libri loro rivivono.

Link al sito ufficiale http://www.shakespeareandcompany.com/


Info sull'autore dell' articolo Simone Prosperi

Una passione fortissima per la pallacanestro, un campo perfetto dove poter esprimere tutto se stesso… e poter correre per la vittoria.
Dissero di lui: “Simone! Un ragazzo caparbio, un bel mancino!”
Ha capito tante cose da quel giorno e ha continuato il suo cammino come se l’essere mancino fosse una vera qualità, quella marcia in più per riuscire, per scoprire il mondo.