Hip hop: la festa della cultura di strada

Il Festival della Street Dance celebrerà una delle discipline di ballo più coinvolgenti e spettacolari degli ultimi anni: l’hip hop.

L’hip hop nasce negli anni settanta-ottanta e ballato al ritmo del funk e del old school rap subì ben presto diverse contaminazioni da parte della breakdance. del popping e del locking.

A metà degli anni ottanta è in atto una vera e propria rivoluzione musicale che segnerà il boom della cultura hip hop: la musica viene campionata e stravolta grazie ai gruppi MC’s, Stetsasonic, KRS One, Ultramagnetic MC’s, Eric B and Rakim e ballerini come  Peter Poul Scott, Buddah Streatch, Henry Link creano nuovi passi e coreografie sincronizzate alla perfezione con quei pezzi.

In questo periodo, nel Bronx di New York, iniziano i primi  Block Party grazie a Kool Herc, musicista, produttore e discografico giamaicano trapiantato in America e considerato il padre dell’hip hop.

Durante questi party i ragazzi si esibivano in nuove tipologie di ballo e battute rap tanto che vennero ben presto definiti “Master of Ceremonies” o più comunqmente MC proprio perchè a loro era affidato il compito di catturare l’attenzione dei passanti e di intrattenere il pubblico.

E’ la rivolta della cultura di strada, da sempre ghettizzata, che come un fiume in piena coinvolge tutte le espressioni artistiche la musica e la danza, appunto, ma anche l’arte, con la street art e i suoi writers, la moda e il design il tutto su un unico grande palco: la strada.

Perchè è proprio sui marcapiedi di New York, allora, e di Parigi, in questa occasione, che si svolgeranno performances di beatboxing, proiezioni e mostre fotografiche retrospettive, installazioni artistiche e live painting, battaglie di breaking, bukin, jerkin’, tutting e tanto altro ancora.

Data da segnare, quindi, sul calendario 7 maggio 2016; la festa dell’ hip hop celebrato in tutte le sue espressioni da artisti di fama internazionale.

Il difficile sarà rimanere fermi!

Scopri la proposta di Tour di Parigirando sulla Street-art a Parigi!

Info sull'autore dell' articolo Liliana Prosperi

Il mio profondo interesse per la città di Parigi nasce dall’amore per tutte le città d’arte ed in particolar modo per quelle che con l’arte mantengono un rapporto costante e prolifico.

Cerco di tenermi costantemente aggiornata sugli eventi e le novità spaziando da quelle strettamente artistiche a quelle musicali, dall’arredamento alla culinaria e tanto altro ancora.
La curiosità è il principio da cui nascono i miei articoli che spero trasmettano, a voi leggendoli, il piacere della scoperta.

Lascia un Commento

La tua mail non verra’ resa pubblica. Tutti i campi sono richiesti.